DE | IT
Progetto pilota per la protezione civile concluso con successo

ADAPT: la Croce Bianca e il Comune di Chiusa lo presentano a Bruxelles
È da due anni che la Croce Bianca e il Comune di Chiusa assieme all’Agenzia per la protezione civile provinciale lavorano assieme a questo progetto ADAPT ( Awareness of distaster pervention for vulnerable groups). La meta del progetto é l’installazione di una banca dati per il soccorso immediato di persone anziane, singole o con problemi di deambulazione in caso d’emergenza. Adesso l’ultima fase del progetto è stata chiusa e presentata al parlamento europeo.
Anche se tutti sperano che una catastrofe nel proprio comune non si avveri mai, non può mai essere esculso un tale caso. Così anche Chiusa, dove il centro è stato inondato nel 1921 con violenza e ancora oggi alcuni quartieri sono collocati in una zona assai pericolosa. Questa è la motivazione con la quale Chiusa è stata scelta per il progetto ADAPT con altre tre città europee. Assieme a Saponara in Sicilia, Vogtland in Germania e Nykøbing in Danimarca è stata costruita una banca dati delle persone anziane, singole o con problemi di deambulazione di queste quattro città. Con l’ausilio di un software appositamente sviluppata i soccorritori possono soccorrere in modo più efficiente durante un’eventuale evacuazione specialmente quelle persone che non saranno capaci di lasciare la loro casa con le proprie forze.
A conclusione del progetto la presidente della Croce Bianca Barbara Siri, il direttore generale di Samaritan International (SAM.I.) Ivo Bonamico e la sindaca di Chiusa Maria Gasser Fink si erano recati a Bruxelles per presentare i risultati del progetto al  Dipartimento per aiuto umanitario della commissione europea (ECHO). Dopo i resoconti delle quattro città pilota è stata redatta la valutazione degli esperti, nella quale è stata definita come meta l’implementazione del software  nei vari programmi regionali. Nel comune di Chiusa è già stata iniziato la raccolta di dati sul gruppo di persone sopra definite assieme ai Vigili del fuoco volontari e ai servizi territoriali sanitari locali. Il progetto diverrà operativo nelle prossime settimane.
Il progetto ADAPT di Samaritan International é stato finanziato dai partner nazionali della stessa associazione, e cioè ANPAS, ASB Deutschland, Dänische Volkshilfe, Croce Bianca und dall’Università romana Tor Vergata. Già nel 2015 la Croce Bianca era partner del progetto internazionale della UE SAMETS, cioè “Social Affair Management in Emergency Temporary Shelter”, un progetto di ricerca sulla gestione degli affari sociali, all'interno dei campi di emergenza temporanei.

X Cookies ci consentono di offrirti il nostro migliore servizio. Continuando la navigazione nel sito, lei accetta l’uso dei cookies. Clicca qui per ulteriori informazioni.