DE | IT
Più di 3.000 volontari sostengono la Croce Bianca

L‘Associazione provinciale di soccorso è fiera di aver raggiunto la soglia del 3000° volontario. La presidente della Croce Bianca, Barbara Siri, il Direttore Ivo Bonamico e il caposezione della sezione di Renon Hubert Rottensteiner si sono congratulati con la 3000esima volontaria, Petra Pfeifer nell’ambito di un festa a fine luglio.
La 19enne Petra Maria Pfeifer di Soprabolzano alcune settimane fa ha deciso di aderire come volontaria alla Croce Bianca, ed esattamente al servizio di soccorso – ed è risultata la 3000° volontaria iscritta all’associazione! E così il suo inizio di servizio viene festeggiato in rappresentanza dei tanti volontari in tutto il Sudtirolo.
Dall’età di 13 anni è stata attiva nel gruppo giovani della sezione di Renon. Quello che le è piaciuto di più, sono state la bella vita di gruppo e le ore trascorse ad imparare le misure salvavita, alle quali tutti sono stati istruiti in modo ottimale. I tanti giochi e le gite ben organizzate hanno forgiato il gruppo.
Per la sua decisione di collaborare ora nella sezione di Renon della Croce Bianca è stato determinante: „Desideravo da sempre partecipare alla Croce Bianca ed essere disponibile per altri. Dopo la mia maturità ho viaggiato un pó e adesso faccio una formazione come “Mentaltrainerin” (allenatrice mentale) ad Innsbruck. Ma ho abbastanza tempo libero per collaborare come volontaria. Ho già finito il primo modulo della formazione della CB, da agosto farò il mio primo servizio sull’ambulanza. Non vedo l’ora che inizi. Mi ha sempre affascinato il primo soccorso, la presenza psicologica, che si deve avere, la sequenza veloce delle giuste misure. Sono anche molto contenta della valida formazione, che durerà tutta la vita, anche se più avanti non dovessi più lavorare in questo ambito. È un arricchimento per la vita.“
Collaborare come volontari per i più significa dare ed avere. Le parole di ringraziamento o il sorriso di un paziente appena trasportato ci motivano e sono una forte soddisfazione. Automaticamente si diventa parte di una rete, sì, di una famiglia, si fa esperienza con l’intesa e la reciproca comprensione e gentilezza. Un clima operativo positivo è molto importante per star bene e per lo sviluppo personale.

La Croce Bianca offre ai suoi operatori una gestione dei volontari professionale. Ciò significa valutarne esattamente, quanto tempo si riesce o si vuole investire e in quali settori (servizio di soccorso, trasporto infermi, Supporto umano nell’emergenza, primo soccorso, gruppi giovani, protezione civile o gruppo truccatori per le esercitazioni). In tal modo si offre al nuovo volontario fin dall'inizio una collaborazione su misura. Anche dopo l’inizio del suo servizio viene accompagnato da coordinatori dei volontari ben preparati. I volontari interessati possono poi optare per una specie di "carriera", perché esistono ulteriori attività per “volontari avanzati” come il soccorso su pista, la squadra di pronto intervento o l'assistenza post-intervento, per le quali si riceve una formazione specifica.
Negli ultimi dieci anni il numero dei volontari nella Croce Bianca è aumentata in continuazione. Nel 2015 i 2.952 volontari hanno svolto 985.714 ore di servizio, che in media sono 334 ore all’anno a testa.
Chi volesse collaborare come volontario in una delle attività della Croce Bianca descritte, può contattare la sua sezione più vicina, fare il Numero verde 800110911 o informarsi su http://www.crocebianca.bz.it/it/vorrei-aiutare/come-volontario/membro-volontario. Contatti la Croce Bianca!
 
X Cookies ci consentono di offrirti il nostro migliore servizio. Continuando la navigazione nel sito, lei accetta l’uso dei cookies. Clicca qui per ulteriori informazioni.