DE | IT
Nuovi defibrillatori nei dintorni di Chiusa
27.08.2019

Tra alcuni giorni verranno installate delle colonnine di defibrillazione precoce pubbliche nei tre villaggi Verdignes, Gudon e Lazfons. Un ulteriore passo avanti nella lotta contro le conseguenze dell’infarto.
In caso di arresto cardiaco il tempo trascorso, dal primo sintomo dell’arresto alla prima misura di primo soccorso, è decisivo per la possibilità di sopravvivenza. Le altre misure indispensabili sono la chiamata di soccorso, il massaggio cardiaco appropriato e il pronto uso di un defibrillatore semiautomatico. L’installazione del defibrillatore pubblico è una misura importante per la salvaguardia della popolazione e dei tanti turisti di passaggio. I costi per l’acquisto sono stati sostenuti in egual misura, dal comune di Chiusa e dalla Croce Bianca, con gli introiti del 5x1000, come prevede il progetto, dichiara Markus Mitterrutzner, il caposervizio della sezione.
Specialmente nei comuni e nelle frazioni difficilmente accessibili e dove ci sono molte persone, un defibrillatore pubblico è di grande importanza. In caso d’emergenza esso permette di eseguire le misure salvavita fino all’arrivo dei soccorsi competenti.
Per imparare il giusto uso del defibrillatore, ognuno dovrebbe frequentare un corso specifico della Croce Bianca. Per maggiori Informazioni al riguardo: www.crocebianca.bz.it, formazione@wk-cb.bz.it o al 0471 444 396.
 

Gentile visitatore, il nostro sito utilizza cookie di tipo tecnico e cookie analitici di prima e terza parte
Proseguendo la navigazione si accettano le impostazioni dei cookie impostate dal nostro sito. Potrà prendere visione della privacy policy estesa e seguendo le istruzioni sarà possibile modificare anche successivamente le scelte effettuate cliccando qui.