DE | IT

I Suoi proventi vengono reinvestiti al 100%

 Ottimizzazione della catena di soccorso con più colonne di defibrillazione 
La Croce Bianca come utilizza la Sua destinazione del 5x1000 dell’imposta sui redditi a vantaggio di tutta la popolazione e dei tanti ospiti in Alto Adige? Qui forniamo tutte le informazioni in proposito, dove investiamo il suo sostegno.
Noi garantiamo di investire nell’Associazione provinciale di soccorso ogni euro in modo efficiente, e questo specialmente negli ambiti d’attività principali come il soccorso ed il trasporto infermi. Qui sono attivi gli oltre 3.300 volontari della Croce Bianca. 
Codice fiscale 8000 6120218

Soccorso: più defibrillatori fissi

Da anni la Croce Bianca focalizza il suo intervento nell’ottimizzazione della catena di soccorso in provincia nella defibrillazione precoce. Le colonne di defibrillazione precoce pubblicamente accessibili vengono poste dove spesso si trovano molte persone. In caso d’emergenza i primi soccorritori possono usare immediatamente il defibrillatore, se nelle vicinanze una persona ha un arresto cardiaco. L’utenza dell’apparecchio è semplice ed ogni passo vien comunicato acusticamente all’utente. Ora circa 8.000 altoatesini hanno la certificazione DAE (defibrillatore automatico esterno) ed ogni giorno aumenta il loro numero. 
In caso d’emergenza la Centrale provinciale d’emergenza viene allertata, appena l’apparecchio viene tolto dalla colonna. Allora il disponente entra in contatto con l’utente attraverso l’altoparlante posto sull’apparecchio, dandogli le istruzioni d’uso importanti, ed immediatamente invia un’ambulanza sul luogo d’infortunio.                                                                                          
Adesso sono già attive 20 colonne in diverse città e paesi altoatesini ed altre 10 nei comprensori sciistici, dove la Croce Bianca organizza il soccorso su pista. Così gli sciatori con un arresto cardiaco possono essere subito soccorsi sia con un DAE mobile che con uno fisso (colonna DAE).
A Dicembre 2017 l’Associazione ha invitato il Consorzio dei Comuni della provincia ad installare una colonna DAE in tutti i comuni. La Croce Bianca sarebbe venuta incontro finanziando una metà con i suoi introiti del 5x1000, il resto sarebbe a carico del comune stesso. Finora si sono già presentati otto comuni, così investendo in modo effettivo sulla sicurezza dei loro cittadini. Solo a Bolzano sono attive 10 di queste colonne di defibrillazione.
Ogni cittadino può frequentare il nostro corso di formazione DAE di otto ore e diventare utente DAE certificato.
Informazioni sul corso: 0471 444 396 oppure formazione@wk-cb.bz.it.

Soccorso 2: attrezzatura e guida sicura

Per questo ambito principale del soccorso abbiamo anche potuto acquistare diverse apparecchiature mediche (DAE, materassi a despressione, steccobende etc.). Abbiamo anche dovuto rinnovare gli zaini delle squadre di soccorso, perché non corrispondevano più alle disposizioni di legge.

Ogni anno poi investiamo nella sicurezza dei viaggi delle ambulanze: gli autisti si esercitano nella guida sicura in situazioni speciali quali la reazione su corsie bagnate o ghiacciate) nel Safety Park a Vadena.

Supporto umano e gruppi giovani

Ai gruppi del servizio di Supporto umano nell’emergenza della Croce Bianca è stato dato un nuovo abbigliamento di servizio, che li contraddistingue, e un nuovo equipaggiamento d’intervento, ovvero nuovi zaini. Per questo servizio circa 165 volontari ben formati lavorano come servizio di guardia. Vengono allertati in casi d’emergenza e rispondono subito all’allarme per assistere psicologicamente ed immediatamente i prossimi delle vittime addolorati e sotto shock. Ultimamente i volontari si sono attivati durante l’allarme slavina in Vallunga.
Anche ai gruppi giovani della Croce Bianca è stata data una tuta sportiva azzurra nuova.  Oggi circa 1000 giovani si entusiasmano per gli ideali ed i valori della Croce Bianca.
 

Formazione

Sono state acquistate tre SIMPad PLUS. Si tratta di supporti al manichino di esercitazione, con i quali si può controllare con la tecnologia senza fili, cioè cordless, fino a sei modelli da esercitazione contemporaneamente. I collaboratori della Croce Bianca si esercitano nel primo soccorso con manichini SIM completamente automatizzati, controllati digitalmente. Questo ausilio è un buon espediente per la misurazione, l’interpretazione e l’ottimizzazione della formazione di primo soccorso CPR con questa tecnologia. Solo chi si esercita continuamente e può praticare abbastanza le sue nozioni, è in grado di reagire nell’emergenza e in situazioni estreme in modo pacato ed efficiente. 
Con i proventi per il reparto formazione è stato anche acquistato un mezzo di servizio.
 

Soccorso – sensori per monossido di carbonio

Il rinnovo dei sopra nominati zaini di soccorso è stato testato positivamente a inizio febbraio durante un’intossicazione da gas ed ha salvato vite umane: i sensori per il monossido di carbonio hanno allertato i soccorritori, appena sono entrati nell’appartamento contaminato dal gas CO. Un uomo era già a terra privo di sensi e la donna aveva gravi problemi. Una fortuna per i due ed i soccorritori!
I sensori sugli zaini di soccorso adesso fanno parte dell’equipaggiamento di tutti i mezzi di soccorso e delle automediche.
 

Assistenza sanitaria

Il servizio per l’Assistenza sanitaria durante maxi-eventi, a volte specificamente previsto dal legislatore, è un servizio della Croce Bianca, che garantisce il primo soccorso sia agli spettatori che ai partecipanti all’evento. Più persone sono presenti a un tale evento, più probabile è il rischio emergenza. Ferita lacera, colpo di calore od ipoglicemia, stesso problema: nell’emergenza spesso contano i minuti. 
La Croce Bianca dispone di risorse necessarie come container sanitari, tende, veicoli e materiale sanitario. Con il Suo 5x1000 sono state acquistate delle nuove tende, con le quali vengono erette stazioni d’assistenza sanitaria mobili a breve termine.
 

Trasporto Infermi

Gli introiti del 5x1000 vengono maggiormente utilizzati nei due ambiti d’attività principali dell’Associazione, e cioè il soccorso ed il trasporto infermi. L’anno scorso con questi proventi sono state acquistate diverse ambulanze per i trasporti infermi del tipo Volkswagen T6.

Protezione civile

Con i proventi del 5x1000 abbiamo potuto acquistare un potente gruppo elettrogeno d’emergenza: serve per alimentare alloggi provvisori della Protezione civile della Croce Bianca. Questo gruppo elettrogeno potrebbe bastare per alimentare un intero paese con corrente elettrica. La potenza è di 280 kwA. In situazioni d’emergenza spesso la corrente elettrica è interrotta, motivo per il quale un gruppo elettrogeno d’emergenza è il presupposto principale per aiutare i superstiti. In inverno garantisce calore e d’estate frescura, ed oltretutto alimenta gli attrezzi della cucina mobile d’intervento. 

Diversi video

Più persone conoscono bene le misure di primo soccorso e come si usa un apparecchio DAE, più alta è la percentuale di sopravvivenza ad un arresto cardiaco. Per sensibilizzare ed informare la popolazione, la Croce Bianca ha pubblicato un video con un sopravvissuto senza danni collaterali dopo un arresto cardiaco sulla piattaforma video youtube.
La Croce Bianca offre diversi efficaci materiali audiovisivi sulle misure di soccorso in diverse situazioni (morso di serpente, intossicazione da fumo o gas …) anche sul suo sito, la nostra piattaforma www.first-aid-platform.info e i social media.
 
Gentile visitatore, il nostro sito utilizza cookie di tipo tecnico e cookie analitici di prima e terza parte
Proseguendo la navigazione si accettano le impostazioni dei cookie impostate dal nostro sito. Potrà prendere visione della privacy policy estesa e seguendo le istruzioni sarà possibile modificare anche successivamente le scelte effettuate cliccando qui.