DE | IT

218 volontari, 13 dipendenti, 29 membri del gruppo giovani, 4 persone che prestano servizio civile e 4 membri onorari formano la sezione di Bressanone che venne costituita nel 1971. Tra i soci volontari risulatano anche il gruppo First Responder di Luson, un gruppo del supporto umano nell´emergenza, il responsabile organizzativo ORG e i membri della squadra dei truccatori. Il parco automezzi è composto da un auto medica, un’ambulanza di soccorso, 4 ambulanze per il trasporto infermi, un LKTW, un MFF e un BKF.

La zona d´intervento della sezione consiste in:
Aica, Albes, Barbiano, Sant´ingenuo Barbiano, Bressanone, Burgfreeden, Elvas, Velturno, Fortezza, Laion, Caerna, Caredo, Gnollhof Gudon, Le Cave, Colma, Kranebitt, Novale di Laion, San Pietro di laion, Lazfons, Luson, Luson Montagna, Meluno, Maranza, Millan, Mezzaselva, Naz, Novacella, Vandoies di Sotto, Vandoies di Sopra, Pardell, Fundres, Pinzango, Rasa, Rodengo, Sarnes, Sciabes, Scaleres, San Pietro Mezzomonte, Spelonca, Spinga, San Leonardo, San Andrea, Terento, Tiles, Piano di Sotto, Varna, Valles, Vanoies, Fiumes e Vallarga.

Contatto

La storia della sezione

La sezione della Croce Bianca di Bressanone fu costituita nel 1971 su sollecitazione della popolazione. L’evento non sarebbe certamente avvenuto se Johann Innerkofler, caposezione a San Candido, e il signor Rabanser, caposezione a Ponte Gardena, non si fossero impegnati strenuamente per la creazione della nuova sezione.
I due pionieri della Croce Bianca riuscirono infine a far sì che a settembre di quell’anno si potesse dare avvio, nella caserma dei Vigili del Fuoco, al servizio di soccorso con due autoambulanze. Ancora in quell’anno furono effettuati 186 interventi, percorrendo 9.723 chilometri.
Nel novembre 1971 prese servizio a Bressanone Florian Agostini, primo dipendente fisso della sezione. Nel corso del 1972 la sezione ottenne una propria sede nel condominio S. Antonio, all’ingresso sud di Bressanone.
Grazie al maggiore spazio a disposizione, si poté incrementare il parco automezzi, che arrivò quindi a contare quattro mezzi di soccorso.
In quei primi anni si registrarono… leggere di più

Galeria

Gentile visitatore, il nostro sito utilizza cookie di tipo tecnico e cookie analitici di prima e terza parte
Proseguendo la navigazione si accettano le impostazioni dei cookie impostate dal nostro sito. Potrà prendere visione della privacy policy estesa e seguendo le istruzioni sarà possibile modificare anche successivamente le scelte effettuate cliccando qui.