DE

La storia della sezione di Cortina d´Ampezzo

La storia della Sezione della Croce Bianca di Cortina d‘Ampezzo risale alla stagione invernale del 1974 e 1975, durante una giornata d‘inverno, un turista tedesco si infortuna sulle piste della zona di Falzarego.
All’epoca, infatti, a Cortina esisteva una sola ambulanza di proprietà del Comune, la quale non riusciva a far fronte a tutte le richieste di soccorso che, sempre più frequentemente, provenivano in quella che era considerata oramai da tempo la Perla delle Dolomiti.
Quel giorno un signore di Monaco di Baviera che stava sciando sulle piste del Falzarego, si infortunò.
Purtroppo o per fortuna, non vi furono ambulanze disponibili, in quanto l’unica ambulanza esistente era già impegnata in un soccorso altrove. Pare che anche nelle vallate vicine la situazione fosse più o meno la stessa, tanto che il povero malcapitato dovette aspettare parecchie ore per avere un mezzo di trasporto idoneo alla sua situazione.
Più tardi si scoprì che il paziente altro non era che il Vicepresidente della Croce Rossa Bavarese; questa fu certamente una fortuna ed un ottimo inizio per l’attività di soccorso territoriale.
Infatti, poco più tardi arrivarono a Cortina due ambulanze donate dal nostro “malcapitato” che si preoccupò di prendere accordi oltre che con il comune di Cortina anche con la Croce Bianca di Bolzano così da creare degli stretti rapporti di collaborazione fra le due autorità.
Così, il primo gennaio 1976, nasce, anche a Cortina, una sezione della Croce Bianca che, con l‘ausilio della “vecchia” ambulanza comunale e con le due donate dalla Baviera, riesce a far fronte alle sempre più richieste di soccorso da parte della comunità ampezzana e da quelle da parte degli innumerevoli turisti dalle nazionalità più disparate. Inizialmente, infatti, erano presenti tre dipendenti e un bel gruppo di volontari ma, purtroppo, i soccorsi erano sempre molto richiesti. Così, il Comune ha “trovato” ancora una sessantina di volontari, uomini e donne, dai più disparati mestieri, e dai primi di settembre dello stesso 1976 si sono messi a disposizione anche i turni notturni, coperti interamente dai volontari.
Durante marzo dell‘anno successivo, viene prestata dalla sezione centrale di Bolzano, una seconda ambulanza marchiata Peugeot.
Infine, il 27 novembre 2011, la sede è stata ristrutturata dandoci la possibilità di rendere più confortevole la permanenza in sede durante i lunghi servizi notturni e diurni.
Azioni o interventi particolari
 
  • • La Sezione di Cortina d’Ampezzo svolge il trasporto urgente di organi, medicinali e plasma.
  • • Si occupa del trasporto nel territorio Nazionale ed Europeo dei soci e privati che per necessità d di carattere medico ne hanno occorrenza.
  • • È presente a manifestazioni sportive e dimostrative come servizio di prevenzione.
  • • Svolge il servizio di telesoccorso per le persone anziane o sole che desiderano essere serene nella propria abitazione.
  • • La Croce Bianca tra il 1991 e il 1995 ha dato aiuto umanitario e trasportato materiale medico nella Repubblica della Croazia durante la Guerra d’Indipendenza della Croazia.
  • • Umbria 1997: trasporto di materiale sanitario in Umbria
  • • con 3 furgoni, uno della Croce Bianca e due privati.
  • • Terremoto in Abruzzo: 6 volontari si sono recati assieme alla colonna mobile della Protezione Civile e ad altro personale della provincia di Bolzano presso il campo d’accoglienza Altoatesino di San Elia (L’Aquila).
  • • Frana di Borca di Cadore nel 2009: il giorno dopo la frana un equipaggio si è recato sul luogo per assistere la popolazione colpita.
Gentile visitatore, il nostro sito utilizza cookie di tipo tecnico e cookie analitici di prima e terza parte
Proseguendo la navigazione si accettano le impostazioni dei cookie impostate dal nostro sito. Potrà prendere visione della privacy policy estesa e seguendo le istruzioni sarà possibile modificare anche successivamente le scelte effettuate cliccando qui.